La bontà sottovalutata della pasta con crema di broccoli

Oggi vi parlo di un primo davvero facile da preparare, gustoso e che piace a tutti: la pasta con crema di broccoli.

Via quell’espressione incredula: sono sicuro che, dopo aver letto la mia ricetta, vi ricrederete e andrete subito a provarla.

Ma iniziamo dal che cosa vi serve.

Gli ingredienti da selezionare e utilizzare sono pochi e di stagione (cioè questo piatto in estate non si può preparare).

Oltre alla pasta (400-500 gr circa, poi vi dirò quali formati preferire), vanno presi broccoli (circa 400-450 gr), pinoli (20 gr), ½ scorza di arancia bio (se piace), 1 spicchio di aglio, olio EVO q.b. così come il sale e il pepe nero (meglio se da macinare al momento).

Alla fine di questo articolo, vi scrivo anche alcuni alimenti alternativi.

La preparazione è piuttosto semplice.

Partiamo dai broccoli che vanno lavati sotto l’acqua fredda corrente e da cui vanno prese le cimette e i gambi più duri che vanno nettati e tagliati.

Il tutto va cotto in acqua, cioè “scottato” per massimo per 4-5 minuti.

L’acqua deve essere leggermente salata e attenzione: non va buttata via.

Una volta pronti, i broccoli vanno scolati con una schiumarola.

L’acqua di cottura, infatti, ci servirà per lessare la pasta.

Per mantenerli di quel bel verde accesso vanno messi in una ciotola con acqua e ghiaccio. Vi dico la verità: spesso questo passaggio lo salto. Me ne dimentico proprio!

Una volta pronti, vanno frullati con un po’ di acqua di cottura (misuratela a occhio, io ne metto circa 3 o 4 cucchiai) e l’aglio precedentemente privato dell’anima in modo da risultare digeribile per tutti i commensali.

Frullate fino a creare una crema e solo alla fine aggiungete due cucchiai di olio EVO. Naturalmente se vi sembra ancora asciutta, aggiungete un altro po’ dell’acqua di cottura.

I pinoli invece vanno tostati in una padella anti aderente.

La crema di broccoli adesso va scaldata con un po’ di olio (in una seconda padella).

Intanto cuocete la pasta che preferite tra i seguenti formati: gli spaghetti, un classico che si sposa perfettamente con questo tipo di crema e che in molti scelgono; linguine o tagliatelle per chi ama la pasta lunga e che non tradiscono mai la bontà del piatto.

In alternativa, se amate maggiormente i formati corti, potate optare tra paccheri, rigatoni, penne o fusilli.

Scolate la pasta scelta al dente e unitela al condimento. Mescolate e fate insaporire per un paio di minuti.

Se serve alla cremosità del piatto, mettete altra acqua di cottura. C’è chi usa la panna: voi non fatelo o, per lo meno, non ditemelo!

Adesso preparate le porzioni singolarmente: i piatti vanno “completati” con i pinoli tostati e la scorza di arancia grattugiata.

Se volete potete aggiungere anche un filo d’olio a crudo.

Il piatto si chiude con una macinata di pepe, rigorosamente da evitare per i bimbi.

Voglio ricordare che questo primo piatto non solo è ricco di vitamine e sali minerali ma aiuta a evitare sprechi di cibo dato che la ricetta si realizza con cimette e gambi e la pasta viene lessata nell’acqua di cottura dei broccoli: un vero riciclo fatto ad arte!

Come scritto sopra, la scorza di arancia grattugiata che potrebbe essere anche di limone o lime non è obbligatoria: serve a regalare quel quid in più…

I pinoli possono essere sostituiti con delle mandorle pelate (quelle bianche) fatte a spicchi o, cosa tipica in Sicilia, con del pangrattato tostato in padella.

I viziosi aggiungono del formaggio: parmigiano, grana o pecorino grattugiati.

I carnivori che non riescono a vedere soltanto il color verde nel proprio piatto scelgono le ricette con varianti furbe dove insieme al broccoli si usa lo speck o la salsiccia. Ma questa è un’altra storia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.