L’obesità infantile si combatte dalla prima colazione

La colazione è il pasto più importante della giornata: sembra una banalità ma, nel corso della lettura di questo articolo, vedrete quanto è importante il primo pasto del giorno per l’equilibrio e il benessere a lungo termine del nostro organismo.

Oltre 80 anni fa, la colazione nella zona mediterranea era molto diversa da quella odierna: la prima regola di chi abitava queste aree della Terra era “non buttare via niente” e ciò significava non solo evitare gli sprechi, ma consumare quanto preparato il giorno prima. Così anche a colazione era possibile trovare frittate, legumi, cereali integrali accompagnati da grassi quali frutta secca, olive e/o formaggio. Un pasto davvero diverso da quanto consumiamo oggi eppure ben equilibrato ed energetico.

Ma perché fare una colazione “ricca” è così importante specie per i più piccoli?

Partiamo da un dato: circa il 95% delle persone con problemi legati al peso sceglie per abitudini sbagliate (e anche per gusto “indotto”) o per esigenze dettate dal ritmo della vita familiare e professionale di fare una colazione sbilanciata o addirittura di saltarla!

Ma quando non si “ricarica” correttamente il corpo al mattino, quello che verrà ingurgitato a cena o durante le pause tra tarda mattina e pomeriggio, non regalerà un reale benessere psicofisico: in sintesi si tenderà a mangiare di tutto, senza limiti, non apportando affatto i nutrienti richiesti dal corpo.

Adesso immaginiamo questo comportamento alimentare nei più piccoli.

Sia la pubblicità in televisione che i messaggi sui vari social media suggeriscono di consumare una cosiddetta colazione “sana”: ma quanto propongono è davvero così salutare? E ancora: i vostri bimbi cosa mangiano al mattino?

Dalla mia esperienza, posso dire che la maggior parte di loro consuma: 1 merendina e 1 succo di frutta, spesso seduti in auto nel tragitto casa-scuola.

Di certo le “merendine” permettono di risparmiare molto tempo ma a che prezzo? Il risultato è, infatti, che quasi tutti i ragazzini e le ragazzine che fanno una colazione sbilanciata (e con questo intendo che consumano troppi carboidrati, senza grassi e proteine) hanno alte probabilità di andare incontro all’obesità, in particolare ne hanno molte di più rispetto a chi, al contrario, consuma un altro tipo di pasto (questo lo dimostrano tantissime ricerche a carattere internazionale).

Il mio suggerimento è quindi di variare, per voi e per loro, le scelte nutrizionali proprio a partire dalla colazione e in base al tempo che avete a disposizione. Insieme possiamo creare un piano personalizzato che tenga conto anche dei tempi sempre più veloci in cui siamo costretti a vivere.

In termini professionali, io sono qui non per costringere voi genitori a svegliarvi prima e a stressare i vostri ragazzi; alcuni orari sono intrinsechi al buon equilibrio familiare.

Ma ci sono per aiutarvi nella “realizzazione” di colazioni varie e davvero sane adatte ai gusti di ogni componente familiare.

Ad esempio quando non c’è scuola, una bella mossa è quella di proporre una colazione più completa che includa carboidrati complessi, proteine e grassi.

Nei giorni in cui invece tutta la famiglia ha orari scomodi, basta fare attenzione a non virare sempre verso i carboidrati (facili da trovare e più conservabili) perché, come già detto, saziano ben poco.

Magari vi posso suggerire quali “grassi buoni” aggiungere a colazione: ciò aiuta anche la competizione intestinale tra assorbimento di carboidrati e grassi (assorbo meno carboidrati, contribuendo a un minor impatto glicemico e una maggior concentrazione durante le ore scolastiche).

Per qualsiasi consiglio o per realizzare dei piani nutrizionali specifici per ogni componente della famiglia o per calibrare le colazioni dei più piccoli, non avete che da contattarmi: i miei piani sono come un “vestito cucito su misura” che deve essere comodo e perfetto e unico perché stravolgere le abitudini nutrizionali di un soggetto, che sia un adulto o un bambino, potrebbe diventare “scomodo” a lungo termine.

Quindi l’aderenza a una dieta che “decidiamo insieme” è fondamentale per ottenere i risultati voluti e per trasformare una terapia dietetica in un approccio che vi renda non solo in forma ma anche felici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.