Le diete lampo? Inutili e rischiose

Parlo spesso di diete e obiettivi con pazienti di diversa età, sesso, lavoro e abitudini. Grazie alle loro domande, mi sono accorto nel corso del tempo di quante “false” credenze esistano e del grande lavoro di informazione che bisogna fare prima di iniziare un piano alimentare personalizzato.

I miti da sfatare sono tanti, ma molti riguardano quelle che io chiamo diete lampo, distruttive per il corpo e totalmente inutili poiché non sono davvero efficaci nel lungo termine.

A tutti noi è capitato un aumento o una diminuzione di peso. Si tratta di un processo del tutto naturale che dipende dai cambiamenti fisici che ognuno affronta nell’arco della vita.

Il fatto certo è che questa variazione dipende da quanta energia inglobiamo e quanta invece ne consumiamo: detto in altro modo da cosa e quanto mangiamo e dal tipo di vita (sportiva e attiva o meno) che conduciamo.

Quando si perde però peso in modo costante, anche a causa per l’età che avanza, ciò che consiglio è di controllare i valori legati allo stato nutrizionale della persona: bisogna indagare la causa del dimagrimento per prevenire eventuali patologie.

Più in generale, il nostro corpo ricerca sempre l’equilibrio (tecnicamente l’omeostasi), vale a dire una certa compensazione tra gli alimenti introdotti e l’energia che si consuma. In base a questo, il corpo “si aggiusterà” di continuo da sé.

Tuttavia, quando si vuole dimagrire, il bilancio energetico dovrebbe avere valore negativo, uno stato che si raggiunge tramite un aumento del consumo energetico (per esempio si sceglie di fare più sport) e una diminuzione delle calorie (si mangia meno e meglio).

Ma anche qui bisogna sottolineare che alcune condizioni di partenza (le variabili) altereranno di sicuro il risultato finale (età, peso, altezza, attività sportiva non sono mai uguali in due persone che quindi otterranno risultati diversi tra loro e nel tempo).

Le diete drastiche, cioè le lampo, non vanno bene perché sono rischiose, cioè causano quasi sempre scompensi impensabili.

Vi faccio alcuni esempi: se trovate sul web diete da unico alimento, ecco queste provocano facilmente carenze a livello vitaminico, proteico e tanto altro. Non solo: quasi certamente non perderete “la massa grassa” bensì quella magra e quindi avrete un danno fisico (la parte grassa non va via), oltre al sacrificio mentale.

Come ho anticipato all’inizio di questo breve articolo, le diete drastiche non sono efficaci. In primis costringersi a seguire diete ferree causa insoddisfazione e frustrazione. Poi, oltre ai problemi di salute, una volta che si interrompe, i chili persi si riprendono con gli interessi.

Insomma sacrifici davvero inutili.

L’unico modo per perdere peso è scegliere consapevolmente di nutrirsi in modo diverso, equilibrato e salutare.

Un altro must delle diete fatte da terroristi dell’alimentazione è l’attacco a tutti i grassi, in modo indistinto. Il nostro corpo ha bisogno dei grassi buoni, non di tutti i tipi naturalmente. Il pericolo in verità è nascosto nel sale e nello zucchero, non nel grasso per definizione.

“Affamarsi” altera anche i livelli energetici, l’umore, il ritmo sonno-veglia.

Sentirsi sempre stanchi e giù di tono fisicamente e mentalmente non è quello che un esperto dell’alimentazione si pone come obiettivo per i propri pazienti.

È vero: perdere peso è importante, ma è il percorso che ti conduce a star bene lo scopo principale dei nutrizionisti come me.

Inoltre in fase di riserva energetica, il grasso (cattivo) non è vero che diminuisce, al contrario tende ad aumentare così come lo stress e le sensazioni ansiogene che sono molto più spesso di quel che si crede causa delle oscillazioni del proprio peso corporeo.

Dal mio punto di vista, la strada più giusta va calibrata insieme al paziente e costruita cercando di eliminare quello che realmente è distruttivo per il corpo: i prodotti industriali, troppo salati, troppo dolci, il cibo spazzatura e la vita sedentaria.

Lo sport, anche il semplice camminare, è davvero fondamentale per essere in forma e star bene con se stessi; uno stile di vita attivo insieme a una corretta associazione di nutrienti permette di cambiare nel tempo e di non tornare indietro una volta raggiunti gli obiettivi.

Riporto qui un elenco di cibi da evitare se si vuole dimagrire che si trovano online su molti siti dedicati all’alimentazione. Per cui, dite addio a:

  • Snack
  • Caramelle
  • Merendine
  • Dolciumi
  • Bibite gassate e zuccherate
  • Prodotti industriali
  • Barrette ai cereali
  • Yogurt aromatizzati alla frutta
  • Fritti vari
  • Carni processate
  • Insaccati
  • Salse
  • Dado
  • Sughi pronti
  • Piatti pronti, precotti e surgelati

Per quanto riguardo lo sport, fate ciò che vi piace e ciò che potete, ma fatelo con costanza.

Se non avete alcun problema fisico, vi suggerisco un mix tra un allenamento prettamente aerobico e uno anaerobico: alternate la corsa ad allenamenti sulla resistenza fisica, preferibilmente programmata da un bravo istruttore, è un toccasana per vivere bene e a lungo.

Foto di copertina: foto pubblica da Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.