I poteri sul corpo della vitamina C

L’acido ascorbico, noto ai più come vitamina C, è il focus di questo mio nuovo articolo.

Intanto che “tipo” è la vitamina C?

Si tratta di una vitamina che si scioglie in acqua (idrosolubile) e che ha molte proprietà antiossidanti.

Tra i benefici per il nostro corpo, voglio ricordare la sua capacità di proteggerci (nello specifico le nostre cellule) dagli effetti dei radicali liberi che si sprigionano durante il processo del metabolismo (sintesi per semplicità, ndr.).

Tuttavia prima di elencare le altre funzioni, tutte importanti, vanno sottolineati due punti centrali per la gestione delle nostre diete: il primo che la vitamina C non viene prodotta dall’organismo; il secondo, connesso al primo, che non può essere immagazzinata.

La diretta conseguenza è che la dose giornaliera a noi necessaria viene “assunta” principalmente attraverso il cibo che scegliamo di consumare ogni giorno, meglio quindi se si costruiamo pasti equilibrati.

Ed è qui che entra in gioco la mia professione: insieme dobbiamo pensare e seguire una dieta armoniosa che duri nel tempo, che vi faccia star bene rispondendo alle vostre specifiche esigenze.

Ritorniamo, adesso, alle funzioni della vitamina C.

Fondamentale per l’assorbimento del ferro di origine vegetale e per la normale funzionalità dei vasi sanguigni, è inoltre un supporto per la pelle che, infatti, aiuta a mantenere sana nel corso degli anni e per le ferite in quanto ne facilita la cicatrizzazione.

Inoltre la vitamina C protegge il cavo orale e lo aiuta a mantenersi in salute (denti e gengive) così come il tessuto osseo e connettivo.

Ma qual è la dose giornaliera che bisogna consumare per usufruire di tutti questi benefici?

Premettendo che la quantità da inserire aumenta con l’età, nel caso di gravidanza e di allattamento e che varia in base al sesso e ad alcuni abitudini errate (fumare ad esempio), alcuni studi italiani (consultabili anche online) suggeriscono:

  • 1-3 anni: 35 milligrammi (mg)
  • 4-6 anni: 45 mg
  • 7-10 anni: 60 mg
  • 11-14 anni: maschi 90 mg; femmine 80 mg
  • 15 e più: maschi 105 mg; femmine 85 mg
  • gravidanza: 100 mg
  • allattamento: 130 mg

Adesso che vi è più chiara la quantità, va stabilito quali cibi scegliere.

Il mio primo consiglio è osservate la stagione in cui siete: adesso siamo quasi in inverno per cui sbizzarritevi con i tanti tipi di agrumi, cavolo, broccolo e spinaci.

A questi aggiungete i kiwi, ottimi anche per regolare l’intestino, e le patate.

Nel periodo estivo, invece, optate per i peperoni, e a seguire per le fragole e i pomodori.

Se, a seguito di controlli specifici, registrate una carenza di vitamina C non esitate a consultarmi: oltre a costruire una dieta calibrata, esistono integratori adatti che possono aiutarvi a rientrare nei parametri standard.

In generale i benefici di un’alimentazione corretta, che valuta la giusta assunzione di vitamina C attraverso i cibi, aiuta a contrastare con maggior vigore il raffreddore e altri malanni di stagione.

Protegge la pelle fino a tardi età e gli occhi.

Infine mangiar bene, cioè inserire nei pasti frutta e verdura fresca e di stagione aiuta a ridurre il rischio di diversi tipi di tumore.

In passato, una dieta molto povera di vitamina C con relative gravi carenze era la causa dello scorbuto (condizione oggi piuttosto rara, se si fa riferimento a un certo livello di benessere).

La mancanza di tale vitamina complica in ogni caso la nostra vita anche se non si arriva a situazioni estreme: ci rende deboli, irritabili e stanchi.

Facilita la perdita di peso e l’aumento di dolori muscolari e articolari.

Per cui attenzione ai fondamentali della nostra sempre eterna dieta mediterranea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.